A+ A A-

VII^ LEGISLATURA

VII Legislatura 1976
Deputati

Barca Luciano (PCI) Nato a Roma il 21 novembre 1920. Economista, giornalista; Direttore dell’Unità, di Rinascita, di Politica ed Economia, autore di numerosi saggi economici (Laterza, Donzelli, Editori Riuniti). Deputato Circoscrizione delle Marche (1963-1987). Senatore collegio di Melfi (Basilicata): 1987- 1992. Gruppo parlamentare Pci (Partito Comunista Italiano) di cui è stato vicepresidente alla Camera. Presidente della Commissione bicamerale per il Mezzogiorno dal 1988 al 1992. Incarichi politici Membro del Comitato regionale del Pci Marche e per vari periodi della Segreteria Nazionale e della Direzione del Pci.

Cappelloni Guido (PCI)
Carandini Guido (PCI)
Carloni Maria Teresa (PCI)
Castellucci Albertino (DC)
Cerquetti Adriano (Cost. Destra Dem. Naz.)
Forlani Arlando (DC)
Foschi Franco (DC)
Ianni Guido (PCI)
Merloni Francesco (DC)
Pecchia Maria Augusta (PCI)
Sabbatini Gianfranco (DC)
Silvestri Giuliano (DC)
Sposetti Giuseppe (DC)
Tiraboschi Angelo (PSI)
SENATORI
Benedetti Gianfilippo (PCI)
Boldrini Cleto (PCI) Nato a Camerino (MC) il 26 aprile 1923 Laurea in Giurisprudenza. Avvocato.
Iscrittosi alla facoltà di Giurisprudenza di Camerino divenne, ben presto attivista della F.U.C.I., ove conobbe Aldo Moro. Partigiano combattente nelle montagne del camerinese dal settembre 1943 al luglio 1944
e successivamente volontario del C.I.L. contro i nazifascisti sul fronte di Ravenna dove rimase ferito.
Incarichi Istituzionali Consigliere provinciale di Ancona dal 1954 al 1969. Consigliere Comunale di Ancona dal 1968. Senatore eletto nel collegio Jesi-Senigallia (1972-1979). Gruppo Parlamentare Pci (Partito Comunista Italiano). Nel 1980 viene eletto vice Sindaco di Ancona. Incarichi politici Ha fatto parte degli organismi dirigenti del Pci della Federazione di Ancona e di quelli regionali dal 1947 in poi. Ha diretto il settimanale “Bandiera Rossa”, organo del Pci di Ancona e “Voce Marchigiana”, organo del Comitato Regionale del Pci.
De Cocci Danilo (DC)
De Sabbata Giorgio (PCI) nato a Pesaro il 2 luglio 1925, laureato in giurisprudenza a Bologna con lode, ordina1io di diritto ed economia negli Istituti tecnici commerciali, avvocato cassazionista.

E' stato partigiano combattente nella quinta brigata "Garibaldi-Pesaro"-ferito in combattimento.

Soldato semplice di fanteria nei gruppi di combattimento dell’Esercito italiano nella campagna per la liberazione del1’Italia, a fianco delle forze armate alleate:

- da1 1949 al 1952 componente della Giunta Provinciale amministrativa di Pesaro;

- dal 1951 al 1959 assessore alle finanze del Comune di Pesaro;

- dal 1959 al 1970 sindaco del Comune di Pesaro; durante questo ed il precedente periodo il comune di Pesaro ebbe un ‘imponente ricostruzione postbellica e un grande e impetuoso sviluppo demografico, sociale, di intervento assistenziale, scolastico, culturale, civile. economico ed urbanistico; il periodo si concluse con l’adozione del piano regolatore, che coinvolse, con il comune di Pesaro, altri quattro comuni limitrofi fu il primo piano regolatore intercomunale d’Italia;

- dal 1953 al 1996 componente del comitato della federazione di Pesaro del partito comunista italiano (negli ultimi anni PDS), dal1963 al 1980 componente del comitato regionale P.C.I. delle Marche, dal 1970 al 1974 componente della segreteria regionale PCI;

-dal 1963 al 1970 componente del comitato regionale dell’istituto per lo studio dello sviluppo economico e sociale delle Marche (Issem) che produsse un piano regionale di sviluppo prima della nascita della regione;

-dal 1970 al 1972 consigliere provinciale vice presidente del Consiglio Provinciale poi presidente del gruppo del partito comunista italiano dello stesso Consiglio; componente della commissione per lo statuto;

- dal 1972 al 1976 deputato al Parlamento e componente della commissione mtem1,con funzioni di responsabile per il gruppo comunista; componente delle giunta per le elezioni;

- dal 1974 al 1976 segretario nazionale della Lega per le autonomie con rappresentanza e responsabilità per la stessa Lega (in mancanza di presidente, non previsto dallo statuto); come tale promosse e organizzò la presenza a Roma di diecimila eletti locali per chiedere la riforma e la soluzione della crisi, in quel momento devastante, della finanza locale; l’intervento risolutore venne avviato poco dopo; direttore della rivista delle autonomie e autore, per la stessa rivista, di numerosi articoli; molti altri articoli furono pubblicati in diversi periodici;

- dal 1974 al 1990 presidente della Fondazione Rossini di Pesaro; nei quindici anni fu attuata una parte considerevole del progetto di edizione critica integrale, proposto dal precedente presidente Pierangeli e finanziato, fino al 1980, esclusivamente dal Comune e dalla Provincia su proposta del sindaco che fu poi presidente nel detto quindicennio; in tale periodo furono stampati i primi otto titoli dell’opera rossiniana (primo titolo 1980), divenne disponibi1e per l’esecuzione teatrale il materiale critico di altri dodici titoli e fu avviata l’elaborazione critica di altri quattro titoli;

- dal 1976 al 1987 senatore’ della Repubblica; nella settima legislatura questore del Senato e componente della commissione finanze; nell’ottava legislatura componente della commissione affari costituzionali e della commissione di indagine sulla loggia massonica segreta P2; nella nona legislatura componente e responsabile per il gruppo comunista della commissione affari costituzionali, componente della giunta per il regolamento e della giunta per gli affari europei;

- dal 1987 al 1992 consulente dei gruppi del partito comunista italiano della Camera e del Senato per le materie europee;

- dal 1996 al 2001 difensore civico della Regione Marche- in altri periodi consigliere comunale di Mombaroccio e di Gradara (prov. di Pesaro );

- per lungo tempo ha fatto parte degli organi esecutivi, oltre che della Lega, de11’Associazione nazionale dei comuni italiani, dell’Associazione nazionale per I comuni e le regioni d’Europa, della Federazione mondiale delle città unite (città gemellate) (esecutivo internazionale), per la quale fu anche segretario nazionale della sezione italiana;

- per diversi bienni membro del Congresso dei poteri locali e regionali d’Europa, - organo del Consiglio d’Europa e successivamente esperto dello stesso Congresso; nelle due qualifiche ha partecipato a numerose missioni a1l’estero per l’applicazione della Carta europea delle autonomie locali; ha contribuito alla stesura e al voto della Carta europea delle autonomie locali.

Girotti Raffaele (DC) Nato a Falconara Marittima (An) il 13 luglio 1918. Laureato in Ingegneria. Presidente dell’ENI nel 1971. Eletto Senatore, nel 1976, nel collegio di Ascoli Piceno, per la democrazia cristiana (Dc).
Salvucci Pasquale (PCI)
Tambroni Armaroli Rodolfo (DC)
Trifogli Alfredo (DC) Nato a Ancona il 22 settembre 1920 Laureato in Lettere. Insegnante. Preside negli Istituti tecnici commerciali. Sindaco di Ancona dal 1969 al 1976. Consigliere nazionale della Democrazia Cristiana (Dc) dal 1972. Eletto Senatore, per lo stesso partito, nel 1976, nel collegio di Ancona. Proclamato Senatore per la Dc, il 23 giugno 1987. Consigliere comunale, Vice Sindaco e Assessore per la Dc dal 1956 al 1964