A+ A A-

VI^ LEGISLATURA

 

 

Bastianelli Renato (PCI) Nato ad Ancona il 20 febbraio 1924 Impiegato, funzionario del PCI dal 1948 Incarichi istituzionali, Pubblici, Sociali, Politici ricoperti Consigliere comunale ad Ancona fino al 1963 e poi Assessore. Per un mandato Consigliere Provinciale. Deputato per la circoscrizione delle Marche dal 1963 al 1975. Gruppo parlamentare PCI. Consigliere regionale dal 1975 al 1985; Presidente del Consiglio Regionale dal 1975 al 1980. Incarichi politici, Sindacali Segretario nazionale CNA dal 1968 al 1972; Presidente della FILEF (Federazione regionale degli emigrati italiani all’estero). Segretario provinciale PCI di Ancona e Segretario regionale nella prima metà anni ‘70. È stato membro del Comitato Centrale del PCI; Ha aderito al PDS e poi ai DS.Benedetti Gianfilippo (PCI)

Castellucci Albertino (DC)

Ciaffi Adriano (DC)

Corvatta Claudio Bruno (PCI)

De Cocci Danilo (DC)

De Laurentis Giuliano (PCI)

De Sabbata Giorgio nato a Pesaro il 2 luglio 1925, laureato in giurisprudenza a Bologna con lode, ordinario di diritto ed economia negli Istituti tecnici commerciali, avvocato cassazionista.

E' stato partigiano combattente nella quinta brigata "Garibaldi-Pesaro"-ferito in combattimento.

Soldato semplice di fanteria nei gruppi di combattimento dell’Esercito italiano nella campagna per la liberazione dell’Italia, a fianco delle forze armate alleate:

- da1 1949 al 1952 componente della Giunta Provinciale amministrativa di Pesaro;

- dal 1951 al 1959 assessore alle finanze del Comune di Pesaro;

- dal 1959 al 1970 sindaco del Comune di Pesaro;durante questo ed il precedente periodo il comune di Pesaro ebbe un ‘imponente ricostruzione postbellica e un grande e impetuoso sviluppo demografico, sociale, di intervento assistenziale, scolastico, culturale, civile. economico ed urbanistico; il periodo si concluse con l’adozione del piano regolatore, che coinvolse, con il comune di Pesaro, altri quattro comuni limitrofi fu il primo piano regolatore intercomunale d’Italia;

- dal 1953 al 1996 componente del comitato della federazione di Pesaro del partito comunista italiano (negli ultimi anni PDS), dal1963 al 1980 componente del comitato regionale P.C.I.  delle Marche, dal 1970 al 1974 componente della segreteria regionale PCI;

-dal 1963 al 1970 componente del comitato regionale dell’istituto per lo studio dello sviluppo economico e sociale delle Marche (Issem) che produsse un piano regionale di sviluppo prima della nascita della regione;

-dal 1970 al 1972 consigliere provinciale vice presidente del Consiglio Provinciale poi presidente del gruppo del partito comunista italiano dello stesso Consiglio; componente della commissione per lo statuto;

- dal 1972 al 1976 deputato al Parlamento e componente della commissione interni,con funzioni di responsabile per il gruppo comunista; componente delle giunta per le elezioni;

- dal 1974 al 1976 segretario nazionale della Lega per le autonomie con rappresentanza e responsabilità per la stessa Lega (in mancanza di presidente, non previsto dallo statuto); come tale promosse e organizzò la presenza a Roma di diecimila eletti locali per chiedere la riforma e la soluzione della crisi, in quel momento devastante, della finanza  locale; l’intervento risolutore venne avviato poco dopo; direttore della rivista delle autonomie e autore, per la stessa rivista, di numerosi articoli; molti altri articoli furono pubblicati in diversi periodici;

- dal 1974 al 1990 presidente della Fondazione Rossini di Pesaro; nei quindici anni fu attuata una parte considerevole del progetto di edizione critica integrale, proposto dal precedente presidente Pierangeli e finanziato, fino al 1980, esclusivamente dal Comune e dalla Provincia su proposta del sindaco che fu poi presidente nel detto quindicennio; in tale periodo furono stampati i primi otto titoli dell’opera rossiniana (primo titolo 1980), divenne disponibi1e per l’esecuzione teatrale il materiale critico di altri dodici titoli e fu avviata l’elaborazione critica di altri quattro titoli;

- dal 1976 al 1987 senatore’ della Repubblica; nella settima legislatura questore del Senato e componente della commissione finanze; nell’ottava legislatura componente della commissione affari costituzionali e della commissione di indagine sulla loggia massonica segreta P2; nella nona legislatura componente e responsabile per il gruppo comunista della commissione affari costituzionali, componente della giunta per il regolamento e della giunta per gli affari europei;

- dal 1987 al 1992 consulente dei gruppi del partito comunista italiano della Camera e del Senato per le materie europee;

- dal 1996 al 2001 difensore civico della Regione Marche- in altri periodi consigliere comunale di Mombaroccio e di Gradara (prov. di Pesaro );

- per lungo tempo ha fatto parte degli organi esecutivi, oltre che della Lega, de11’Associazione nazionale dei comuni italiani, dell’Associazione nazionale per I comuni e le regioni d’Europa, della Federazione mondiale delle città unite (città gemellate) (esecutivo internazionale), per la quale fu anche segretario nazionale della sezione italiana;

- per diversi bienni membro del Congresso dei poteri locali e regionali d’Europa, - organo del Consiglio d’Europa e successivamente esperto dello stesso Congresso; nelle due qualifiche ha partecipato a numerose missioni a1l’estero per l’applicazione della Carta europea delle autonomie locali; ha contribuito alla stesura e al voto della Carta europea delle autonomie locali.

Forlani Arnaldo (DC)

Foschi Franco (DC)

Grilli Antonio (MSI)

Mancinelli Guglielmo (PCI)

Massi Roberto (DC)

Orlandi Flavio (PSDI) Nato a Canino (Vt) il 12 aprile 1921 Laureato in Scienze Politiche e Giurisprudenza Partigiano nelle formazioni “Giustizia e Libertà”. Giornalista. Direttore dei quotidiani “La Giustizia” e “L’Avanti”. Incarichi Istituzionali Deputato dal 1958 al 1976. Gruppo parlamentare: Psdi-Psi-Partito Socialdemocratico Unificato. Deputato europeo (1979) per il Psdi. Consigliere comunale a Macerata e Ancona. Incarichi Politici Capogruppo dei Deputati socialisti (1968- 1969) Segretario Nazionale del Psdi (1979-1994)
È stato Presidente Nazionale dell’INAIL negli anni ’80.

Reale Oronzo (PRI) Sabbatini Gianfranco (DC)

Strazzi Artemio (PSI) Nato ad Ancona il 14 novembre 1921. Figlio di mezzadro. Nel 1943 ha preso parte alla lotta partigiana in Grecia. Catturato è stato internato in un campo di concentramento in Germania dove è stato liberato nell’Aprile 1945 dalle truppe americane.
Con le truppe alleate ha partecipato alla lotta antifascista. Incarichi istituzionali Consigliere comunale di Ancona (1948) Consigliere comunale di Falconara Marittima e Consigliere provinciale (1956); viene di nuovo eletto al Consiglio comunale di Ancona (1960-1968). Sindaco per un breve periodo alla fine della legislatura (1960- 1964). Nel 1966 viene eletto al Consiglio provinciale, Assessore e Vice Presidente dal 1966 al 1970. Dal 24 aprile al 14 settembre 1970 svolge il ruolo di Presidente della Provincia. Deputato eletto nella circoscrizione delle Marche nel 1972. Gruppo parlamentare Psi, membro del direttivo. Incarichi politici e sindacali Nel 1945 si iscrive al Psi. Segretario provinciale Psi di Ancona (1957- 1965). Segretario regionale delle Marche (1965-1972) Responsabile della sezione Agraria Nazionale Psi dal 1979 al 1981. Segretario provinciale della Federmezzadri- CGIL (1948) e dal 1951al 1953 della Segreteria
della Camera del Lavoro. Presidente dell’Ente di Sviluppo Agricolo delle Marche (1981-1995). È membro della Presidenza nazionale degli ex Parlamentari.

Tozzi Condivi Renato (DC) Nato ad Ascoli Piceno il 2 febbraio 1902. Avvocato. Presidente della federazione diocesana della Gioventù cattolica, Presidente dell’Unione uomini di azione cattolica e della giunta diocesana di Ascoli Piceno. Dopo aver militato nei gruppi giovanili del Partito popolare di don Sturzo, nel periodo della clandestinità è Presidente del Comitato di liberazione nazionale (Cln) di Ascoli Piceno. Nel dopoguerra è Segretario provinciale della Democrazia cristiana (Dc). Nel 1946 Consigliere del Comune di Ascoli Piceno. Dal 1953 Sindaco del Comune di Sant’Elpidio a Mare (Ap). Eletto all’Assemblea costituente nel 1946 e rieletto Deputato nel 1948, nel 1953, nel 1958, nel 1963, nel 1968 e nel 1972. Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio nel Governo Tambroni e nel III Governo Fanfani.

Valori Domenico (PCI) Nato a Filignano (Is) l’ 8 settembre 1932. Professione: Avvocato. Incarichi istituzionali Eletto Deputato nel 1968 nelle liste del Pci, riconfermato nel 1972, Vice Presidente della Giunta per le Autorizzazioni a Procedere. Nel 1975 si dimette da Deputato e viene eletto nel Consiglio regionale delle Marche dove rimane fino al 1980 È stato Consigliere comunale a Macerata. Sindaco del Comune di Petriolo dal 1970 al 1980. Incarichi politici Ha fatto parte dei massimi organismi dirigenti provinciali e regionali del Pci, ha poi aderito al Pds dove ha militato fino al 1994.

SENATORI

Bianchi Aldo (PCI)

Bruni Emidio (PCI)

Corona Achille (PSI)

Merloni Francesco (DC) Nato a Fabriano il 17 settembre 1925 Ingegnere – Imprenditore Industrie Merloni, Presidente della Fondazione Aristide Merloni. Incarichi Istituzionali Consigliere Comunale a Fabriano e Provinciale (1966-1975) per la Dc (Democrazia Cristiana). Senatore Legislatura VI (1972-1989) e XI 1992; Deputato dal 1976 al 1992 e dal 1996 al 2001 con il sistema maggioritario nel Collegio di Pesaro, Gruppo parlamentare Popolari Democratici - l’Ulivo. Ministro dei Lavori Pubblici (1992-1994) nei Governi Amato e Ciampi.

Niccoli Alessandro (DC)

Scipioni Alfredo (DC) Nato ad Ancona il 22 settembre 1911. Laureato in Giurisprudenza ed in Scienze politiche. Agente di assicurazione. Segretario regionale della Democrazia cristiana (Dc) delle Marche e Segretario provinciale in Ascoli Piceno. Sindaco di San Benedetto del Tronto (Ap) nel 1956 e nel 1964. Eletto Senatore, per la Dc, nel 1968 e nel 1972, nel collegio di Ascoli Piceno.

Tambroni Armaroli Rodolfo (DC) Nato a Fabriano il 24.06.1927 Entra nella Democrazia Cristiana nel 1945, all’età di diciotto anni. Consegue la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Macerata nel 1949. Fonda l’Organizzazione dell’artigianato nelle Marche, che successivamente diventa Associazione Nazionale Artigiani e poi Confartigianato. Nell’ambito di tale Associazione riveste varie cariche, da quella di Segretario Provinciale a quella di Presidente Regionale onorario. È Consigliere Comunale del Comune di Macerata dal 1951 al 1964 in qualità
di esponente della Democrazia Cristiana, di cui diventa anche Segretario Provinciale e poi Capogruppo. Nel 1963 quando è Direttore della Cassa Mutua Artigiana, viene eletto Deputato del Parlamento Italiano nelle Circoscrizioni di Ancona, Macerata, Pesaro e Ascoli Piceno. Viene nominato Sindaco di Civitanova Marche nel 1966. Viene eletto Deputato per la seconda volta nelle medesime Circoscrizioni nel 1968. Viene eletto Senatore della Repubblica per il Collegio
di Macerata nel 1972. Viene eletto Senatore per la seconda volta nella suddetta Circoscrizione
nel 1976. È sottosegretario di Stato al Ministero delle Finanze nel terzo, quarto e quinto governo Andreotti. Viene eletto Senatore per la terza volta nel 1979. È Sottosegretario di Stato al Ministero del Tesoro nel primo Governo Cossiga e al Ministero delle Finanze nel secondo e nel terzo Governo Spadolini. Viene eletto Senatore per la quarta volta nel 1983, ma si dimette nel 1985. Nello stesso anno si presenta come candidato al Consiglio Regionale delle Marche.
In ambito regionale, infatti, viene eletto nel 1985 e nel 1990, rivestendo le cariche
di Assessore e Vicepresidente della Giunta. Nel 1995 si ritira dalla scena politica della Regione e si dedica all’Associazione europea dei ceti medi, di cui era stato uno dei soci fondatori nel 1979. Di tale Associazione viene eletto Presidente e ricopre questa carica fino alla morte, avvenuta il 24 luglio 1996 a Macerata. Numerosi sono gli incarichi di natura non politica che ricopre, tra
cui quelli di Presidente dell’Associazione Sportiva Maceratese, di Presidente del Macef dal 1978 al 1986 e di Presidente onorario dell’Associazione dei Commercianti di Macerata.

Venturi Giovanni Maria (DC)