A+ A A-

V^ LEGISLATURA

 

 

Benedetti Gianfilippo (PCI)

Bruni Emidio (PCI) Castellucci Albertino (DC)

Ciaffi Adriano (DC)

Corona Achille (PSI)

De Cocci Danilo (DC)

De Laurentis Giuliano (PCI)

Forlani Arnaldo (DC)

Foschi Franco (DC)

Lattanzi Giangiacomo nato a Milano il 18 Ottobre 1925 da genitori marchigiani ( famiglia patema da Montalto delle Marche; famiglia materna da Ascoli Piceno); Laureato in Giurisprudenza il 20 Novembre 1948 all’Universita di Macerata (I e IV anno a Macerata, II e III anno alla Statale di Milano); Iscritto all’Albo degli Avvocati del Tribunale di Ascoli Piceno il 16 Gennaio 1951 e Cassazionista dal 3 Marzo 1965; Giudice della Corte Costituzionale, nella composizione integrata per i "Giudizi di Accusa", nel processo LOCKHEED a carico dei Ministri Gui e Tanassi e di cinque "laici" (1977-1979); Presidente della Camera Penale del Tribunale di Ascoli Piceno lino al 2009, quando viene nominato "Presidente onorario".

- Iscritto al PSI dal 1948, dopo aver militato nel Partito d’Azione (1944-1946); Segretario della Federazione PSI della provincia di Ascoli Piceno dal 1956 al 1963;

- Formatosi il PSIUP- Partito Socialista di Unita Proletaria-, a seguito della scissione della sinistra socialista, partecipa alla organizzazione del Partito nella sua provincia e nelle Marche (1964); membro del Consiglio Nazionale e, quindi, dopo il primo Congresso del Partito, del Comitato Centrale;

- Scioltosi il PSIUP nell’estate del 1968, confluisce nel PCI e viene cooptato, e poi eletto, negli organismi provinciali e regionali del Partito.

- Eletto Deputato il 19 Maggio 1968 per il PSIUP nella Circoscrizione di Ancona, Pesaro, Macerata e Ascoli Piceno, viene chiamato all’incarico di Segretario del suo gruppo parlamentare. Ha fatto parte, durante quella Legislatura delle Commissioni "Finanza e Tesoro", "Interni" e "Affari Costituzionali"

- Presidente dell"’Unione interparlamentare" Italia-Ungheria”.

- Vice Sindaco ( PSI) di Offida (1951-1956, Sindaco Italo D’Angelo del PCI );

- Consigliere del Comune di Ascoli Piceno per 34 anni ininterrottamente (1956-1990), con incarico di Capogruppo, in successione temporale, del PSI, PSIUP e PCI.

Ad Offida, Presidente per 13 anni (1960-1973) degli IRCEA, "Istituti Riuniti di Cura e Ricovero", con amministrazione e gestione del locale Ospedale e di un’azienda agricola di oltre 300 ettari.

Ha svolto attività sindacale come Segretario per la componente socialista della Camera Confederale del Lavoro della Provincia di Ascoli Piceno (1950-1951) e Direttore del Patronato INCA nel 1953; Presidente dell’ "Alleanza provinciale dei Contadini" nel 1975-1976. Ha prestato attività legale in materia di controversie di lavoro e di pensioni di invalidità.

Ha assistito e difeso i coloni innanzi all’Autorità Giudiziaria, negli anni del duro scontro, nelle nostre campagne, tra i contadini e i proprietari terrieri per l’applicazione del "Lodo De Gasperi" (1947), che fissava una più equa ripartizione dei prodotti del fondo (53% per il mezzadro anziché il vigente 50%) e anche l’abolizione del feudale obbligo delle "rega1ie"- polli e quant’altro- da portare al proprietario. La posizione padronale si manifestò, nonostante la pochezza delle concessioni, attraverso il ricorso massiccio all’intimazione di disdetta del contratto mezzadrile innanzi al Pretore. La risposta contadina fu un’accresciuta lotta sindacale (guidata dalla "Federterra" con, tra i numerosi compagni, Baiocchi, Capocasa, Gabrielli, Spicocchi, il fermano Santarelli e altri ancora della "base", diretta espressione del mondo contadino) e la difesa degli avvocati nei molti processi penali che seguivano alle manifestazioni sulle aie — spesso durante la trebbiatura — e sulle strade e le piazze del paese.

Orlandi Flavio (PSDI) Reale Orono (PRI)

Tambroni Armaroli Rodolfo (DC) Nato ad Ascoli Piceno il 25 novembre 1901. Avvocato. Proviene dalla Federazione universitaria cattolica italiana (Fuci) e dal Partito popolare di don Sturzo di cui nel 1925 è Segretario provinciale di Ancona. Arrestato nel 1926 per attività antifascista. Nel 1943 fonda i primi nuclei clandestini della Democrazia cristiana (Dc) nelle Marche e diviene dapprima Segretario provinciale di Ancona e successivamente Segretario regionale del partito. Eletto all’Assemblea costituente nel 1946 e rieletto Deputato, per la Dc, nel 1948, nel 1953 e nel 1958. Sottosegretario alla Marina mercantile nel VI e VII Governo De Gasperi, allaGiustizia nell’VIII Governo De Gasperi. Ministro della Marina mercantile nel Governo Pella, nel I Governo Fanfani e nel Governo Scelba, dell’Interno nel I Governo Segni, nel Governo Zoli e nel II Governo Fanfani, del Bilancio e tesoro nel II Governo Segni. Presidente del Consiglio dei Ministri dal 25 marzo 1960 al 19 luglio 1960.

Tozzi Condivi Renato (DC)

Valori Domenico (PCI)

Senatori Ballesi Elio (DC)

Brodolini Giacomo (PSI - PSDI)

Fabretti Eolo (PCI) Nato ad Ancona il 30 luglio 1912 Sindacalista. Iscritto al Partito comunista italiano (Pci) dal 1944 e membro del comitato direttivo e federale del partito.
Eletto Senatore, per il Pci, nel 1963 e nel 1968, nel collegio di Jesi-Senigallia.

Manenti Attilio (PCI)

Merloni Aristide (DC)

Niccoli Alessandro (DC) Nato a Roma il 27 marzo 1916. Laureato in Lettere. Insegnante. Preside.
Iscritto alla Democrazia cristiana (Dc) dal 1945. Membro del comitato provinciale e della direzione provinciale del partito. Sindaco di Osimo (An) dal 1956 al 1964. Eletto Senatore, per la Dc, nel 1968, nel collegio di Ancona e proclamato Senatore, per lo stesso partito, il 25 settembre 1973, in sostituzione del sen. Alfredo Scipioni, deceduto.

Righetti Giuseppe (PSI) nato a Pesaro il 12 marzo 1926, iscritto al Partito d’Azione nel 1944, ha  partecipato attivamente alla campagna elettorale ed al referendum istituzionale del 2 giugno 1946 sostenendo la scelta repubblicana.Nel 1947 è entrato nel Partito Socialista Italiano, del quale è stato ripetutamente vice-segretario e segretario della Federazione di Pesaro e Urbino, collaborando attivamente anche con i massimi dirigenti socialisti nazionali (Nenni, Pertini, De Martino, Brodolini, Corona, ecc)Dal 1951 al 1956 è stato vice-presidente della Fondazione Gioacchino Rossini di Pesaro.Dal 1956 al 1975 è stato vice-sindaco del Comune di Pesaro con i Sindaci Fastigi , De Sabbata e Stefanini, svolgendo anche le mansioni di assessore all’edilizia   privata .E’ stato Senatore della Repubblica dal 1969 al 1972 (gruppo PSI), segretario della I  Commissione Affari interni e Costituzionali, e componente della Commissione Sanità.Dal 1975 al 1985 è stato consigliere regionale delle Marche , Presidente della IV Commissione permanente e capo gruppo del PSI.Dal 1978 al 1980 è stato anche assessore regionale al bilancio, finanze, formazione  professionale, personale, lavoro ed enti locali.Dal 1986 al 1987 ha fatto parte del consiglio di amministrazione della società SIAI Marchetti del gruppo Augusta (EFIM).E’ stato anche componente del Comitato Regionale di Controllo sugli atti degli enti locali della provincia di Pesaro e Urbino.E’ stato coordinatore regionale nelle Marche dell’Associazione degli ex Parlamentari .E’ stato anche componente del Comitato Regionale di Controllo sugli atti degli enti locali della provincia di Pesaro e Urbino.E’ stato coordinatore regionale nelle Marche dell’Associazione degli ex Parlamentari della Repubblica per dieci anni .A Pesaro ha presentato più volte i maggiori esponenti del PSI in manifestazioni politiche, quali Pietro Nenni (più volte), Sandro Pertini, Rodolfo Morandi, Lelio Basso, Riccardo Lombardi, Francesco De Martino, Giacomo Brodolini, Achille Corona, Luigi Mariotti, Giovanni Pieraccini.In particolare con Pietro Nenni ha avuto un assiduo rapporto di collaborazione nell’attività parlamentare al Senato della Repubblica ed anche successivamente.Il 27 dicembre 2006 il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, on. Romano Prodi, ha conferito al sen. Giuseppe Righetti l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana..

Scipioni Alfredo (DC) Nato ad Ancona il 22 settembre 1911. Laureato in Giurisprudenza ed in Scienze politiche. Agente di assicurazione. Segretario regionale della Democrazia cristiana (Dc) delle Marche e Segretario provinciale in Ascoli Piceno. Sindaco di San Benedetto del Tronto (Ap) nel 1956 e nel 1964. Eletto Senatore, per la Dc, nel 1968 e nel 1972, nel collegio di Ascoli Piceno. Tomasucci Evio (PCI) Nato a Pesaro il 15 novembre 1922 Professione Operaio. Iscritto al Pci nel 1940. Partecipa alla lotta Partigiana, come commissario politico del Distaccamento G.A.P.
Pesaro. Nel febbraio 1943 viene arrestato a S. Angelo in Vado essendo in compagnia di Pompilio Fastiggi che viene assassinato dai fascisti. Dirige il Fronte della Gioventù prima e il movimento Giovanile Comunista poi. Dal 1950 al 1962 Segretario della Federazione provinciale del Pci. Eletto Senatore nell’aprile del 1963 nel collegio di Urbino; rieletto nel maggio del 1968 nel collegio di Pesaro-fano. Gruppo Parlamentare: Pci (Partito comunista italiano). Consigliere comunale a Pesaro (1951-1964). Consigliere provinciale con l’incarico di Vice Presidente, Assessore allo sviluppo economico e ai trasporti (1975-1990). Presidente dell’Azienda Municipalizzata (AMANUP) dal 1971 al 1975. Dal 1986 al 2000 Presidente della Cooperativa Sociale La Ginestra di cui oggi è membro del Consiglio di amministrazione.

Venturi Giovanni Maria (DC)