A+ A A-

IL CARCERIERE ERA IL PADRE DI NATALINO MORI

IL CARCERIERE ERA MIO PADRE

Nei primi anni ’50 lavoravo presso il cantiere navale “Elio Gaetani” di Civitanova Marche, dove si costruivano eleganti e robusti pescherecci di cui noi operai eravamo fieri tanto erano belli. La quercia era la principale materia prima per realizzarli, ricordo che eravamo circa 35 dipendenti.

Un giorno venne in cantiere un Carabiniere che, con somma meraviglia mia e dei miei colleghi di lavoro, mi chiese di seguirlo in Caserma per l’adempimento di alcune semplici formalità.

 

Leggi tutto